Arrigoni: «Ringrazio la Racing Roma. Puntiamo su Under 17 ed Under 15»

08.11.2016 20:00 di Alessandro Paoli Twitter:   articolo letto 773 volte
Fonte: SS Racing Club Roma
© Getty Images
© Getty Images

Daniele Arrigoni, CT dell'Italia Lega Pro, ha rilasciato la seguente intervista in esclusiva al canale ufficiale YouTube della SS Racing Club Roma che - mettendo a disposizione il Centro Sportivo "La Pineta dei Liberti" di Tor San Lorenzo, Ardea (RM) - ospiterà il raduno dell'Italia Lega Pro Under 15 dall'8 al 9 novembre:

«Ringrazio la SS Racing Club Roma per aver dato l'opportunità di poterci venire ad allenare qui per la prima volta con lo stage dell'Under 15, che è poi la prima convocazione ufficiale. Ci alleneremo oggi (martedì 8 novembre, ndr) e domani (mercoledì 9 novembre, ndr) in mattinata perché preferisco che i ragazzi ritornino alle proprie sedi in serata in modo che i ragazzi non facciano troppo tardi perché, come ben sapete, questi sono degli Under 15, dei quattordicenni, quindi prima rientrano a casa meglio è. Abbiamo colto l'occasione sfruttando un impianto, secondo me, bellissimo. È la prima volta che lavoro personalmente con gli Under 15 perciò sarà motivo di grande orgoglio anche per me vedere all'opera i ragazzi perché è la prima volta che li vedo anch'io come squadra».

«È stata fatta la scelta di fare anche l'Under 15 - prosegue Arrigoni - perché quest'anno, in pratica, punteremo moltissimo sull'Under 17 e sull'Under 15 perché pensiamo, il presidente (Gabriele Gravina, ndr) prima di tutti, di mettere in luce dei ragazzi molto giovani per dargli delle opportunità di riuscire a passare anche in squadre importanti, anche di Serie A. Perché no? Secondo me abbiamo un vivaio molto florido, molto buono. Posso dire, con grande dispiacere, che ne posso convocare solo venticinque/ventisei ma la rosa andrebbe allargata almeno a quaranta/quarantacinque perché, specialmente nei 2002, 2001 e 2000, ci sono dei ragazzi veramente molto validi».

Su Pietro Pennacchia (SS Racing Club Roma): «Se è all'attenzione della Nazionale federale è motivo di orgoglio per la Lega Pro. Il nostro obiettivo è riuscire a mandare i ragazzi più in alto possibile e ben vengano le convocazioni delle nazionali federali. Anzi, sarei ben felice di "perdere" tutti i miei ragazzi se sapessi che andassero nelle nazionali federali poiché è la nostra funzione».