De Laurentiis: "La Federazione e la Lega devono cambiare. È un circo"

17.06.2015 00:05 di Alessandro Paoli Twitter:   articolo letto 806 volte
Fonte: Rai Sport
© foto di Federico De Luca
De Laurentiis: "La Federazione e la Lega devono cambiare. È un circo"

Aurelio De Laurentiis, presidente della SSC Napoli, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Rai Sport al termine dell'amichevole internazionale odierna persa dagli Azzurri per 1-0 contro il Portogallo:

"Il Napoli deve ripartire con un concetto tutto italiano - dichiara il presidente del Napoli -. Dopo aver fatto alcune verifiche all'estero, che ovviamente non hanno potuto accettare una squadra che disputasse l'Europa League, mi sono detto: 'ma tutto questo provincialismo, che arriva proprio dall'estero? Allora ricominciamo proprio dalla provincia più sana (in riferimento a Sarri, ndr)'. Vengo dal cinema e mi è stato insegnato che il cinema più sano viene proprio dalla provincia, quindi ricomonciamo da lì".

Sul fatto di puntare e credere sugli italiani: "Assolutamente sì. In attesa che cambi questo calcio lo faremo. Dicono sempre che io sia un visionario, ma fino ad adesso ho sempre avuto ragione indovinando. Questo calcio deve cambiare molto".

Sulla situazione societaria del Milan e sugli investitori stranieri che si stanno avvicinando all'Italia: "Non sono preoccupato degli stranieri quanto dei bilanci delle nostre società. Ne parlavo con Tavecchio , il quale mi confermava che probabilmente solo tre società potevano iscriversi regolamente al campionato. Questo mi addolora moltissimo perché poi dobbiamo metterci una pezza da buoni italiani andando avanti così cercando di farla franca a qualsiasi costo. L'ho sempre che dovremmo sederci tutti quanto ad un tavolo e resettare tutto perché probabilmente i tornei sono tutti sbagliati. La Federazione deve cambiare, la Lega deve cambiare ed il CONI deve mettersi con noi ma soprattutto è lo Stato che deve mettersi con noi. È un circo ed io assisto, non ho fretta".