Nicolato: «Inseguiamo il nostro sogno. Venderemo cara la pelle»

Il CT azzurro commenta il pareggio per 0-0 contro il Giappone nella 3ª giornata del Gruppo B della fase a gironi della fase finale della #U20WC #Poland2019
29.05.2019 20:15 di Alessandro Paoli Twitter:    Vedi letture
Fonte: Rai Sport + HD
© Getty Images
© Getty Images

Paolo Nicolato, CT dell'Italia Under 20, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Rai Sport al terminde della 3ª giornata del Gruppo B della fase a gironi della fase finale della FIFA U-20 World Cup Poland 2019, che ha visto gli Azzurrini pareggiare per 0-0 contro i pari categoria del Giappone (Italia U20 vs Giappone U20 0-0, 29 maggio 2019) presso il Bydgoszcz Stadium di Bydgoszcz (Polonia):

«Abbiamo cambiato il modulo (dal 3-5-2 al 4-3-3, ndr) - dichiara il Commissario Tecnico azzurro -, abbiamo cambiato un po' tutto, ma non abbiamo cambiato lo spirito, che è la cosa principale. A conferma che abbiamo un gruppo molto importante, a conferma che abbiamo dei giocatori importanti e che abbiamo voglia di fare. Abbiamo vinto un girone inaspettato, in modo inaspettato, contro squadre molto forti. Lo abbiamo fatto, ovviamente, soffrendo perché non era possibile fare altrimenti, ma abbiamo fatto bene e lo abbiamo fatto con grande spirito di gruppo. Volevo ringraziare tutti i miei ragazzi ed il mio staff che sono stati veramente fantastici».

Sui portieri azzurri: «Abbiamo tre portieri molto forti qua (Carnesecchi, Plizzari e Loria, ndr), ma ne abbiamo qualcuno anche a casa, che aveva fatto l'Europeo l'anno scorso ma che, purtroppo, si è infortunato (Cerofolini, ndr). Non ci possiamo lamentare sulla qualità dei nostri portieri. Sono tutti ragazzi di grande affidabilità, di grande qualità e si toglieranno delle grandi soddisfazioni».

Sugli ottavi di finale: «Adesso non so gli accoppiamenti. Quando si arriva a questi livelli è normale che non troviamo squadre deboli, non lo erano neanche queste del girone, che erano molto qualitative. Noi inseguiamo sempre il nostro sogno, il nostro obiettivo che è quello di vender sempre cara la pelle e di rendere i nostri connazionali orgogliosi di noi».