Gravina: «Serata amara. Non possiamo abbatterci in questo momento»

Il Presidente commenta la sconfitta per 1-0 contro la Polonia nella 2ª giornata del Gruppo A della fase a gironi della fase finale di #U21EURO #Italy2019
19.06.2019 23:50 di Alessandro Paoli Twitter:    Vedi letture
Fonte: Rai Sport
© Getty Images
© Getty Images

Gabriele Gravina, Presidente della FIGC, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Rai Sport al termine della 2ª giornata del Gruppo A della fase a gironi della fase finale della UEFA European Under-21 Championship Italy 2019, che ha visto l'Italia Under 21 del CT Luigi Di Biagio perdere per 1-0 contro i pari categoria della Polonia (Italia U21 vs Polonia U21 0-1, 19 giugno 2019) presso lo Stadio "Renato Dall'Ara" di Bologna (BO):

«Serata difficile, complessa, complicata, amara per il risultato ma abbiamo ancora una gara da disputare - dichiara il Presidente federale -. Dobbiamo concentrarci su quest'ultima gara. Oggi avevamo la possibilità di poter centrare un obiettivo importante, ma abbiamo mancato questa opportunità, quindi, adesso, non dipende solo da noi, dipende anche dagli altri. Il percorso diventa sempre più complicato ma bisogna avere ancora tanta speranza, fiducia perché il calcio, come abbiamo visto questa sera, ci riserva sempre delle sorprese».

«Non possiamo abbatterci in questo momento - prosegue Gravina -. Il coraggio e soprattutto la determinazione di questi ragazzi devono venir fuori proprio nell'ultima gara. Io sono particolarmente fiducioso e lo devono essere anche loro. Dobbiamo esserlo tutti perché vedo che tanti italiani, anche stasera, hanno seguito con grande passione, con grande attenzione. Peccato! È stata una gara dominata caratterizzata un pizzico di sfortuna, ma il calcio è questo. Per tutta una serie di ragioni è prevista anche la sconfitta. Dobbiamo immediatamente accantonare stasera e pensare al Belgio».

Sul morale degli Azzurrini: «Garantisco che non c'era l'euforia da giustificare o da far prevedere una sconfitta. L'euforia aiuta ad affrontare meglio le gare. È quella l'euforia che dobbiamo recuperare ed è quello l'ottimismo che dobbiamo recuperare in questa pochissime ore perché sabato ci attende una partita difficile, ma alla nostra portata. Dobbiamo assolutamente mettere il risultato nel nostro mirino e cercare di centrare, nel miglior modo possibile, e chiudere, nel miglior modo possibile, questa prima fase del campionato Europeo».