Di Biagio: «Riparto da un gruppo con un anno di esperienza in più»

03.09.2018 17:15 di Alessandro Paoli Twitter:   articolo letto 305 volte
Fonte: figc.it
© Getty Images
© Getty Images

Luigi Di Biagio, CT dell'Italia Under 21, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni, come riporta il sito ufficiale della Federazione Italiana Giuoco Calcio (figc.it), durante la conferenza stampa odierna svoltasi quest'oggi, lunedì 3 settembre, alle ore 13:45 presso il Mancini Park Hotel di Roma (RM):

«Riparto da un gruppo di ragazzi che sicuramente hanno un anno di esperienza in più - dichiara il Commissario Tecnico azzurro -, ma qualcuno gioca ancora meno di prima. Oggi siamo meno contenti del minutaggio rispetto a due anni fa, dobbiamo lavorare con quello che abbiamo e puntare spesso su giocatori che hanno zero minuti alle spalle».

«Negli ultimi anni - prosegue Di Biagio - abbiamo ottenuto ottimi risultati con le nazionali giovanili. Il problema è tra la 21 e lo step successivo dove tutti i calciatori spiccano il volo, mentre i nostri fanno fatica. Non è un’accusa rivolta ai club o agli allenatori, ma solo una constatazione. I ragazzi avranno anche dei demeriti, però avrei voglia di vederli più spesso in campo. La preoccupazione è sempre la stessa, il minutaggio».

Sulle due amichevoli internazionali contro i pari categoria della Slovacchia ed Albania in programma rispettivamente giovedì 6 settembre alle ore 18:30 presso la MOL Aréna di Dunajská Streda (Slovacchia) e martedì 11 settembre alle ore 18:30 presso la Sardegna Arena di Cagliari (CA): «Da queste due amichevoli mi aspetto di vedere una crescita ulteriore da parte dei ragazzi; proveremo soluzioni diverse per arrivare più in là a scelte definitive, ho un gruppo su cui puntare e lavorare in diverse direzioni».

Sulla squalifica inferta a Rolando Mandragora (Udinese Calcio) per blasfemie: «Ha sbagliato, avrebbe dovuto gestire quello che è accaduto in maniera diversa. Ma la sua convocazione in Under 21 non è una punizione, altrimenti lo avremmo lasciato a casa. La scelta è stata condivisa con il CT Mancini».