Locatelli: «Mi auguro di raggiungere i traguardi di De Rossi»

Il centrocampista azzurro ha parlato durante la conferenza stampa odierna della Nazionale A del CT Roberto Mancini svoltasi presso il CTF di Coverciano
09.06.2021 15:00 di Alessandro Paoli Twitter:    vedi letture
Fonte: figc.it
© Getty Images
© Getty Images
© foto di TuttoNazionali.com

Manuel Locatelli, centrocampista classe '98 dell'US Sassuolo Calcio, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni, come riporta il sito ufficiale della Federazione Italiana Giuoco Calcio (figc.it), durante la conferenza stampa dell'Italia (Nazionale A) del Commissario Tecnico Roberto Mancini svoltasi quest'oggi, mercoledì 9 giugno, alle ore 14:00 presso la sala stampa del Centro Tecnico Federale "Luigi Ridolfi" di Coverciano (FI):

«È davvero emozionante - dichiara il calciatore azzurro - essere qui oggi, a preparare una manifestazione così prestigiosa. Speravo fin da bambino in un’opportunità del genere: scendere in campo per rappresentare tutti gli italiani è per me un motivo di grande orgoglio, una di quelle cose da raccontare ai propri figli. Questo è stato un anno difficile per tutti, ma il fatto che l’Europeo sia stato posticipato a quest’estate mi ha favorito: mi sento più maturo e più responsabile con una stagione in più sulle spalle. Il mio ruolo? Mi trovo benissimo a giocare in due a centrocampo, come faccio nel Sassuolo, e quando impostiamo la manovra in due in Nazionale: questo mi permette sia di dare equilibrio che di tentare la giocata».

Sull'esordio in Nazionale A contro l'Olanda (Olanda vs Italia 0-1, 7 settembre 2020): «È stato meraviglioso uscire tra gli applausi dei miei compagni. Ma non bisogna adagiarsi dopo una bella prestazione: bisogna dimostrare di essere maturi in ogni partita».

Sull'assistente allenatore dell'Italia (Nazionale A) Daniele De Rossi: «Mi auguro di poter raggiungere un giorno i livelli di De Rossi».

Su i suoi compagni di reparto: «Quando sono arrivato in Nazionale non vedevo l’ora di scoprire dal vivo quanto fosse forte Verratti (Paris Saint-Germain FC, ndr): con la palla tra i piedi è fenomenale. Jorginho (Chelsea FC, ndr)? Ha una grande dote: riesce a far giocare bene anche i propri compagni. Dà equilibrio e fiducia a tutta la squadra. Per quel che mi riguarda, invece, voglio migliorarmi nella capacità di fare gol e anche nella gestione della palla all’interno della partita: devo riuscire a distribuire la concentrazione su tutti e novanta i minuti».

Sulla 1ª giornata del Gruppo A della fase finale di UEFA EURO 2020™ contro la Turchia in programma venerdì 11 giugno alle ore 21:00 presso lo Stadio Olimpico di Roma (RM): «Hanno giocatori forti e non sarà una partita facile, ma noi siamo consapevoli dei nostri mezzi. Mi verranno i brividi a cantare l’inno, con il pubblico sugli spalti finalmente ad accompagnarci».