Berrettini: "L'organizzazione della FIGC è da 10. Sacchi? Ha lasciato le nazionali giovanili in balia delle onde"

23.05.2015 20:00 di Alessandro Paoli Twitter:   articolo letto 2100 volte
Fonte: TuttoMercatoWeb.com
© Getty Images
© Getty Images

Paolo Berrettini, selezionatore del Congo Under 17 ed Under 20, ha rilasciato la seguente intervista sul portale di informazione sportiva online TuttoMercatoWeb.com dove non ha mancato di parlare delle nazionali giovanili azzurre.

"Non è possibile che ancora una volta le nostre Under 17 e Under 19 siano fuori sia dagli Europei che dai Mondiali. Da quando sono andato via io non siamo più riusciti a vincere una medaglia d'oro e se è passato tutto questo tempo qualche problema ci deve pur essere".

Ha qualche colpa, nello specifico, la FIGC?
"Non direi, perché sotto il profilo dell'organizzazione è da 10. Ti mette a disposizione tutto per lavorare al meglio e non possiamo certo imputare nulla alla Federazione".

Colpa quindi dei gestori delle giovanili.
"Non ho capito la scelta di chiamare Arrigo Sacchi, che è stato sì un grande tecnico, ma che si permette di criticare tutto e tutti. Come se solo le sue idee siano giuste. E allora dovrebbe spiegarci: perché è uscito dalla Federazione dopo tre anni e dopo aver promesso di stravolgere, vincere e fare un grande settore giovanile? Ha lasciato questo sistema in balia delle onde".

L'Under 17, c'è da dire, è stata eliminata dai campioni d'Europa. C'è stata molta sfortuna, insomma.
"Ha fatto un buon cammino e purtroppo basta una partita per essere fuori. Ma ricordiamoci che siamo l'Italia e bisogna andare fino in fondo. A mio avviso c'è un problema non troppo considerato: più che allenatori servono selezionatori. Perché i giocatori bisogna saperli scegliere, senza guardare in faccia nessuno. Vedo invece che i migliori ragazzi non vengono presi e questo non è possibile".

Lo stesso Sacchi ha lanciato il campanello d'allarme dei troppi stranieri nei settori giovanili.
"Quello non è un problema reale, perché ci sono sempre stati. Quando io ho vinto gli Europei Under 19 gli stranieri c'erano già. I giovani italiani bravi ci sono. Ripeto, bisogna saperli selezionare. I risultati attuali sono sotto gli occhi di tutti: si è fallito ovunque. Vedo anche Bertotto, che ha rassegnato le dimissioni da CT della Rappresentativa di Lega Pro. O ci credi o non ci credi".