Nicolò Guiducci - 1996 - Juventus FC - Difensore centrale

14.08.2011 12:13 di Alessandro Paoli   Vedi letture
Nicolò Guiducci - 1996 - Juventus FC - Difensore centrale

Prosegue l’itinerario calcistico di Tutto Nazionali alla scoperta dei ‘Giovani talenti’ disseminati per l’Italia. La tappa di oggi è Torino, parte bianconera della Mole, e vi presentiamo Nicolò Guiducci, difensore centrale , della Juventus Giovanissimi Nazionali di Claudio Gabetta nella stagione appena trascorsa.

Caratteristiche tecnico-tattiche

Guiducci è un centrale di difesa dai grandissimi mezzi fisici (188cmX75kg) dotato di un grandissimo senso della posizione e di un’incredibile forza nel gioco aereo, sia in fase difensiva che offensiva.
Tecnicamente esibisce un ottimo piede destro naturale con il quale calcia benissimo soprattutto sui lanci medio-lunghi, merito del passato da centrocampista centrale/mediano.
Tatticamente trova la sua ideale collocazione come centrale di difesa ma può ricoprire anche il ruolo di mediano davanti la difesa con compiti prettamente difensivi.

La sua storia

Nicolò Guiducci nasce a Roma il 31 Gennaio 1996. La sua avventura nel mondo del calcio inizia all’età di 7 anni (stagione 2002/2003) nell’AS Testaccio Calcio 1968, società di calcio laziale nei pressi di Roma, nella quale milita, nel ruolo di centrocampista centrale/mediano, per cinque stagioni prima di passare alla più prestigiosa Cisco Roma (attualmente denominata Atletico Roma FC 1972).
La svolta per il passaggio, datato stagione 2007/2008, dall’AS Testaccio Calcio 1968 all’allora Cisco Roma è stata senza ombra di dubbio la Cisco Cup 2007, nella quale Nicolò, a quei tempi al Testaccio, si mise in mostra giungendo sino alle semifinali della competizione nel ruolo di mediano davanti alla difesa.
Anche l’avventura nella Cisco Roma comincia nel ruolo di mediano o centrocampista davanti la difesa, prima nella categoria Esordienti (stagione 2007/2008), poi in quella Giovanissimi Provinciali (stagione 2008/2009) per arrivare ai Giovanissimi Fascia B Elite (stagione 2009/2010), dove Nicolò fa parlare prepotentemente di sé anche in zona gol realizzando 13 reti.
In quest’ultimo stagione, arriva anche in Finale nel III Memorial “Alessandro Bini” (versione per squadre professionistiche poiché che esiste anche la versione per squadre dilettanti) dove perde la Finale contro la Roma per 2-0 (reti di Pellegrini e Damiani).
Nell’Agosto dello stesso anno, arriva per Guiducci la chiamata della Juventus, società che tempo teneva sotto osservazione le sue prestazioni, alla quale risponde subito di sì, nonostante, qualche tempo prima ci fosse stato un forte interessamento da parte del Genoa.
Così, nella scorsa stagione 2010/2011, Guiducci milita nella Juventus, categoria Giovanissimi Nazionali, guidata dal tecnico Claudio Gabetta, con la quale raggiunge il secondo posto (65 punti) nel Girone A di categoria dietro il Genoa (67 punti) accendendo ai Sedicesimi di Finale, nei quali i bianconeri hanno la meglio sul Brescia Calcio (0-0 in casa all’andata e 2-1 in trasferta con reti juventine di Gargiulo e dello stesso Guiducci), prima di fermarsi agli Ottavi di Finale, ad un passo dalla Fase Finale a 8 (cosiddetta Final Eight), contro il Chievo Verona (sconfitta fuori casa per 1-0 e per 2-1 in casa per i bianconeri).
Al termine della stagione scorsa (2010/2011) Guiducci partecipa con la Juvenuts alla 23a Canon Lion City Cup, disputatasi a Singapore dal 18 al 26 Giugno, con la fascia di capitano sul braccio, dove i bianconeri (classificatisi al quarto posto finale) s’arrendono in Semifinale alla formazione del Singapore U16 ai calci di rigore (2-2 i tempi regolamentari, 3-4 dopo i calci di rigore). Durante la manifestazione Guiducci riceve anche il premio come Man of The Match in occasione della gara del 22 Giugno vinta dai bianconeri contro il Singapore U15 per 2-1 (reti di Gili e proprio dello stesso Guiducci).
Nella stagione attuale (2011/2012), Guiducci sarà aggregato, almeno per il ritiro, alla formazioni Allievi Nazionali di Stefano Guidoni. Un passo importante per Nicolò considerando anche la riforma dei campionati varata dalla FIGC che ridisegna il campionato Allievi Professionisti quasi come una Primavera, dividendo appunto società la cui Prima Squadra milita in Serie A o B da quelle cui la Prima Squadra milita in Lega Pro (Prima o Seconda Divisione).

Curiosità

Nicòlo Guiducci è in possesso del doppio passaporto italo-tedesco poiché la mamma è tedesca mentre il papà è italiano.

Nazionale

Nella stagione da poco passata (2010/2011), Guiducci ha anche trovato l’Azzurro per merito delle sue prestazioni.
La prima chiamata Azzurra per il colosso romano è stata per il consueto Torneo Giovanile di Natale, svoltosi dal 27 al 30 Dicembre 2010 presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano (Fi). In quell’occasione Guiducci era inserito nella squadra ‘B’ guidata da Alberigo Evani, attuale CT dell’Under  18 e dell’Under 19 Azzurra.
La seconda chiamata giunge invece in occasione dell’altro consueto appuntamento del Settore Giovanile Scolastico Azzurro, ovvero il Torneo “Giovani Speranze” svoltosi presso il Centro Sportivo “La Borghesiana” di Roma dal 3 al 6 Giugno, dove Nicolò, sotto la supervisione dell’attuale CT dell’Under 15 Antonio Rocca, milita nella squadra ‘A’.