Mancini: «Domani non sarà semplice. Immobile? È un momento così»

Il CT della Nazionale A ha parlato durante la conferenza stampa odierna svoltasi presso la sala stampa presso il MAPEI Stadium di Reggio Emilia (RE)
07.09.2021 18:30 di Alessandro Paoli Twitter:    vedi letture
Fonte: figc.it
Roberto Mancini
Roberto Mancini
© foto di Getty Images

Il Commissario Tecnico dell'Italia (Nazionale A), Roberto Mancini, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni durante la conferenza stampa svoltasi quest'oggi, martedì 7 settembre, alle ore 17:15 presso la sala stampa del MAPEI Stadium - Città del Tricolore di Reggio Emilia (RE) in vista della 6ª giornata del Gruppo C del Round 1 delle European Qualifiers alla fase finale della FIFA World Cup Qatar 2022™, che vedrà gli Azzurri affrontare la Lituania nella giornata di domani, mercoledì 8 settembre, alle ore 20:45:

«La gara di domani non sarà semplice - dichiara il CT azzurro - loro sono fisici e si metteranno dietro. Starà a noi sbloccarla e poi gestirla al meglio».

Sulle critiche arrivate agli Azzurri dopo i due pareggi delle precedenti uscite: «Tre anni fa tutti, anche i miei amici, pensavano non ci fosse un giocatore da Nazionale. Noi ci siamo riuniti e abbiamo vinto l'Europeo. Siamo tranquilli, siamo solo dispiaciuti per aver perso quattro punti che non meritavamo di perdere. Però la sorte ci ha un po’ aiutato durante l'Europeo e ora ci ha un po’ sfavorito».

Sulla poca incisività degli Azzurri in zona gol: «Intanto dobbiamo vincere abbiamo tre partite e se le vinciamo tutte e tre siamo qualificati. Non mi preoccupo e non devono farlo i ragazzi, hanno vinto l'Europeo e devono giocare tranquilli. Purtroppo la palla a volte non entra e in Italia andiamo a cercare sempre un colpevole. Ma noi dobbiamo isolarci un po' da questo e fare certe cose un po' meglio: la squadra deve continuare a fare ciò che fa, il gol arriverà».

Sull'attaccante, classe '90, Ciro Immobile della SS Lazio: «Ciro è sempre stato titolare agli Europei in due partite ha fatto gol, poi ci sono momenti in cui la palla non entra, ma fa tutti i movimenti che gli chiedo. Non vedo un grande problema. Questo è un momento così, ma magari in Qatar farà 8 gol, vinceremo il Mondiale e lui la classifica cannonieri».

Sulla possibilità di un tridente con un falso centravanti: «Abbiamo tutte le possibilità, dobbiamo solo valutare la stanchezza dei giocatori. Siamo a inizio stagione e i ragazzi vengono dall'Europeo, quindi ci vogliono anche giocatori freschi».

Sulla possibilità che uno tra l'attaccante '94 Federico Bernardeschi della Juventus FC, il centrocampista '97 Matteo Pessina dell'Atalanta BC e il centrocampista '95 Stefano Sensi dell'FC Inter Milan possa fare il finto centravanti: «Stanno bene e potrebbero giocare. Ma la formazione al momento non la so neanche io, attendiamo l’allenamento».