Pellegrini: «Abbiamo lasciato due punti per strada»

Il centrocampista azzurro ha parlato al termine della 3ª giornata del Gruppo 1 della Lega A dei gironi della Nations League pareggiata 0-0 contro la Polonia
11.10.2020 23:25 di Alessandro Paoli Twitter:    Vedi letture
Fonte: Rai Sport
© Getty Images
© Getty Images

Lorenzo Pellegrini, centrocampista classe '96 dell'AS Roma, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Rai Sport al termine della 3ª giornata del Gruppo 1 della Lega A della fase a gironi della UEFA Nations League 2020/2021, cha ha visto l'Italia (Nazionale A) del Commissario Tecnico Roberto Mancini pareggia 0-0 contro la Polonia (Polonia vs Italia 0-0, 11 ottobre 2020) presso lo Stadion Energa Gdańsk di Gdańsk (Polonia):

«Giocare fa sempre piacere - dichiara il calciatore azzurro -. Il Mister mi aveva detto che c'era la possibilità che avrei potuto giocare nel tridente d'attacco. Abbiamo fatto un'ottima partita, ma dovevamo finalizzare meglio».

Sul terreno di gioco: «Non ho mai giocato in un campo così. C'erano dei punti, vedi il calcio d'angolo, dove non si riusciva a giocare. Non mi ricordo una cosa del genere prima».

Sulla posizione di attaccante esterno di sinistra: «Il Mister mi ha chiesto di venire dentro il campo e giocare fra le linee».

Sul suo ruolo ideale: «Penso di esprimermi al meglio nel ruolo di mezzala. Mi piace toccare tanti palloni, inserirmi. L'importante, però, è giocare perché giocando, a prescindere dal ruolo, posso migliorare».

Sull'errore al 14' commesso sotto porta dall'attaccante, classe '97, Federico Chiesa della Juventus FC: «Siamo rammaricati perché, dopo una partita del genere, ci sentiamo di aver lasciato per strada due punti. Al di là dell'errore di Federico, sia io che Belotti (Torino FC; ndr) avremmo potuto fare sclete diverse e fare gol».