Mancini: «Il tragitto che porta ai Mondiali non si può sbagliare mai»

Il CT della Nazionale A ha parlato durante la conferenza stampa odierna svoltasi presso Auditorium del Centro Tecnico Federale "Luigi Ridolfi" di Coverciano
22.03.2021 16:30 di Alessandro Paoli Twitter:    Vedi letture
Fonte: figc.it
© Getty Images
© foto di TuttoNazionali.com
© Getty Images

Roberto Mancini, Commissario Tecnico dell'Italia (Nazionale A), ha rilasciato le seguenti dichiarazioni, come riporta il sito ufficiale della Federazione Italiana Giuoco Calcio (figc.it), durante la conferenza stampa svoltasi quest'oggi, lunedì 22 marzo, alle ore 14:00 presso l'Auditorium del Centro Tecnico Federale "Luigi Ridolfi" di Coverciano (FI):

«La prima partita è la più difficile - dichiara il CT azzurro - perché è la prima gara dopo cinque mesi, contro una squadra non semplice da affrontare, forte fisicamente e formata da tanti giocatori che militano in Premier League. Sappiamo che nel tragitto che porta ai Mondiali non si può sbagliare mai, dovremo fare il massimo in queste tre partite».

Sulla possibilità di avere a disposizione il centrocampista '97 Nicolò Barella, il difensore '99 Alessandro Bastoni ed il centrocampista '95 Stefano Sensi, tutti dell'FC Inter Milan: «Stiamo aspettando di vedere cosa accadrà, siamo abbastanza fiduciosi».

Sul centrocampista, classe '99, Nicolò Zaniolo dell'AS Roma: «Stiamo seguendo quello che sta facendo, un pensiero ce lo facciamo, ma non possiamo rischiare di chiamarlo se non sarà pronto. Se sarà pronto lo prenderemo in considerazione, ma dovremo essere sicuri al 100%».

Sull'attaccante, classe '97, Federico Chiesa della Juventus FC: «Sono felice perché negli ultimi due mesi è migliorato tantissimo, ma può migliorare ancora. È molto giovane ed è arrivato adesso a giocare a certi livelli. Oltre a essere decisivo perché salta sempre l'uomo, può fare molti gol».

Sull'eliminazione delle squadre italiane dagli ottavi di finale della fase a eliminazione diretta della UEFA Champions League 2020/2021 (Atalanta BC, Juventus FC e SS Lazio) e della UEFA Europa League 2020/2021 (AC Milan): «Uno spera sempre che possano arrivare in finale perché ci sono calciatori che giocano in Nazionale».

Sulle assenze a centrocampo: «Siamo in difficoltà sul centrale: Jorginho (Chelsea FC, ndr) ha preso un colpo al ginocchio e non lo abbiamo rischiato, Cristante probabilmente tornerà a casa. Vedremo cosa succederà con i ragazzi dell'Inter».

Sull'incarico da collaboratore tecnico dell'Italia (Nazionale A) di Daniele De Rossi: «Ci fa piacere che lui sia qui, è un giocatore importante per il calcio italiano e ci serviva qualcuno che ci potesse aiutare sul campo. È un’esperienza che sarà utile anche a lui, visto che in futuro vuole fare l’allenatore».

Sull'Italia Under 21 del CT Paolo Nicolato: «Un grande in bocca al lupo! Anche loro hanno fatto bene fino ad oggi e ci auguriamo possano continuare a migliorare».