Cangiano: «Il gol alla Nazionale A? Non me la sono sentita di esultare»

L'attaccante azzurro ha parlato al termine dell'amichevole vinto 1-0 contro l'Italia (Nazionale A) del CT Roberto Mancini
05.06.2021 15:30 di Alessandro Paoli Twitter:    vedi letture
Fonte: figc.it
© Getty Images
© Getty Images
© foto di TuttoNazionali.com

Gianmarco Cangiano, attaccante classe 2001 dell'Ascoli Calcio 1898 FC, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Rai Sport, come riporta il sito ufficiale della Federazione Italiana Giuoco Calcio (figc.it), al termine dell'amichevole odierna, che ha visto l'Italia Under 20 del Commissario Tecnico Alberto Bollini vincere 1-0 contro l'Italia (Nazionale A) del Commissario Tecnico Roberto Mancini (Italia vs Italia U20 0-1, 5 giugno 2021) presso il Campo 2 "Enzo Bearzot" del Centro Tecnico Federale "Luigi Ridolfi" di Coverciano (FI):

«Una grande emozione - dichiara l'azzurrino - ma non me la sono sentita di esultare dopo aver segnato in allenamento con la Nazionale maggiore. Ho troppo rispetto per questa maglia».

«Ho incrociato bene il tiro - prosegue Cangiano - ma non col mio piede preferito che è il destro e quando ho visto la palla dietro le spalle di Meret, ero quasi incredulo».

Sull'allenatore del Bologna FC 1909 Siniša Mihajlović: «Un grande allenatore, che crede molto nei giovani. Mi ha dato molta fiducia e mi ha fatto crescere sia calcisticamente che umanamente».

Sulla maglia azzurra: «La maglia azzurra è per me gioia e sogno insieme e ogni volta che la vesto, metto tutto il mio impegno per onorarla».

Sull'amichevole internazionale contro San Marino in programma domani, domenica 6 giugno, alle ore 18:00 press il San Marino Stadium di Serravalle (San Marino): «Sarà un’esperienza molto utile, che aggiungerà minutaggio nelle gambe della squadra e ci aiuterà a trovare le giuste sinergie per i prossimi impegni».

Sulle sue ambizioni: «Voglio dare il meglio nei club e spero di continuare a vestire la maglia azzurra e magari, un domani segnare il gol della vittoria per la Nazionale maggiore e non contro, come ieri, anche se si trattava solo di un allenamento».